ENG

The project "Molecules of light" as a result of an experiment on light seen through the careful and sensitive eye of the video camera, continues with the making of this video that is entirely dedicated to the triad of moon, sea and sun. These elements merge with the light passing through them, completely losing their material features and creating very special effects. In this way light reveals its vital energy, through the birth of a human life.  

ITA

Il progetto "Molecole di luce" quale risultato di una sperimentazione sulla luce vista dall'occhio attento e sensibile della videocamera, prosegue con la realizzazione di questo video dedicato interamente alla triade luna, mare e sole. Tali elementi diventano tutt'uno con la luce che li attraversa annullando completamente il loro aspetto materico e creando effetti particolarissimi. In questo modo la luce manifesta la sua energia vitale, attraverso la nascita di una vita umana.


Still from video



Title: Molecules of Light2… The Great Mother!, Shooting format: HDV PAL 16:9, Total Duration: 00:08:57, Year: 2009 – Italy, Director: Carlo Leoni, Assistant Director: Cinzia Marulli, Music: Carlo Leoni - Andrea Leoni, Post-production : Carlo Leoni, Poem: Cinzia Marulli

Molecole di Luce...

ENG

This is the result of an experiment on light seen by the careful and sensitive eye of the video camera. The typologies shown in the video, particularly related to the elements of nature, are: the headlights of cars, the leaves of trees, the waves of the sea. These three elements become one with the light passing through them completely losing all their material aspects and creating very special effects, almost looking like a rhythmic frenzy of viable cells; and among them, only one human cell appears, evolving from the embryo stage and its primitive condition and trying to eliminate the membrane surrounding it.

ITA

E' il risultato di una sperimentazione sulla luce vista dall'occhio attento e sensibile della videocamera. Le tipologie esposte nel video, legate soprattutto agli elementi della natura, sono: ...i fari delle automobili ...le foglie degli alberi ...le onde del mare. Tutti e tre questi elementi diventano un tutt'uno con la luce che li attraversa annullando completamente il loro aspetto materico e creando effetti particolarissimi quasi a sembrare una frenesia ritmica di cellule vitali e, tra di esse appare, unica, una cellula umana che dallo stato embrionale si evolve dalla sua condizione primigenia e tenta di liberarsi dall'involucro che la circonda.


Still from video



Title: Molecules of Light..., Shooting format: HDV PAL 16:9, Total Duration: 00:08:22, Year: 2008 – Italy, Director: Carlo Leoni, Music: Carlo Leoni, Post-production: Carlo Leoni

Il Tubo Magico

ENG

A tube of concrete left in a fallow field. The tube as a remnant of our society made up of goods, money, wealth: symbols of social stratification typical of our consumerism. This tube becomes a magical place where everything rises, changes, regresses, is deformed and dies. The video, which has deep primitive values, brings us back to our molecular origin and evolution, in a place where the complexity of a body has the same value as a single molecule.

ITA

Un tubo di cemento abbandonato in un campo incolto. Un tubo come residuo della nostra società fatta di beni, di soldi, di benessere: simboli di una stratificazione sociale tipica del nostro consumismo. Questo tubo diventa un luogo magico dove tutto nasce, si trasforma, regredisce, si deforma e muore. Il video, che ha profonde valenze primigenie, ci riporta all’origine e all’evoluzione molecolare, in un luogo ove la complessità di un corpo ha la stessa valenza di una singola molecola.


Still from video



Title: The Magic Tube, Shooting format: HDV PAL 16:9, Total Duration: 00:06:50, Year: 2008 - Italy, Director: Carlo Leoni, Music: Carlo Leoni, Post-production: Carlo Leoni, Audio-video shootings: Cinzia Marulli

Co-Productions

Line

ENG

A line develops and marks its surrounding space in search of a composition strategy: it multiplies, enlarges, stretches increasing its size up to create more and more complex shapes. It invades all the space around striving to expand further, yet it will go all the way back, forced by a representation limit, to its simple and basic initial state.  

ITA

Una linea si articola e delimita lo spazio circostante alla ricerca di una strategia compositiva: si moltiplica, si dilata e si allunga aumentando le sue dimensioni fino a comporre forme sempre più complesse. Riesce a occupare tutto lo spazio circostante ma vuole andare oltre fino a che, costretta da un limite rappresentativo, intraprende un processo inverso che la riporterà al semplice e essenziale stato iniziale.



Title: LINE, Screening format: HD 16:9, Total Length: 00:03:35, Production Year: 2017 - Italy, Video and Music - Andrea leoni, Sound Recording - Carlo Leoni, Post-production - Gatestudio Records

La Trama Invisibile

ENG

Through images, this video aims at exploring an area on the border between art and science. This representation takes place indirectly through a game of layers of images with clear dreamlike significance. They dissolve and intersect with each other, creating a continuous space-time fragmentation so that more visual elements can coexist in the same sequence. The elements disappear and reappear in their space-time becoming. The concept that reality "is and is not" emerges as well as subatomic particles, which emit energy in their decay and then disappear again, they "are and are not”.  

ITA

Il video vuole esplorare attraverso le immagini un territorio al confine fra arte e scienza. Tutto ciò nel video è rappresentato in modo indiretto tramite un gioco di stratificazioni delle immagini dalla chiara valenza onirica. Esse si dissolvono e si intersecano l'una con l'altra, creando una continua frammentazione spaziotemporale e facendo convivere simultaneamente più elementi visivi in una stessa sequenza. Gli elementi svaniscono e riappaiono nel loro divenire spaziotemporale. Emerge la concezione che la realtà "è e non è", così come le particelle subatomiche, che nel decadere emettono energia per poi svanire di nuovo, "sono e non sono".



Title: The Invisible Weft, Shooting format: DV PAL 4:3, Total Duration: 00:07:30, Year: 2010 – Italy, Director: Vincenzo Ceccato, Music: Carlo Leoni, Post-production : Carlo Leoni